giovedì 6 agosto 2015

Contratto di programma di Poste Italiane: le mie osservazioni in sede di parere.

Buongiorno a tutti.

Si è discusso ieri, in Commissione IX, lo schema di contratto di programma tra tra il Ministero dello sviluppo economico e la società Poste italiane Spa per l'affidamento del servizio pubblico postale per gli anni 2015-2019. Alla Commissione competeva l'emanazione di un parere, non vincolante giuridicamente ma politicamente significativo, sul contenuto dell'atto. Abbiamo dato un parere favorevole, sottoposto a numerose condizioni.

Considerata l'ampia attività da me svolta in relazione alle Poste, e in particolare all'ultima mia mozione accolta in materia, non ho potuto esimermi dal sottolineare alcune criticità dell'accordo. Nel corso dell'articolato dibattito in Commissione, mi sono concentrato su due punti in particolare.

Prima di tutto, ho manifestato alcuni dubbi riferibili l'articolo 3, comma 2, del contratto di programma, che prevedela possibilità, per Poste italiane, di avvalersi di altre società per lo svolgimento di attività strumentali rispetto ai servizi oggetto di affidamento. Questo genere di appalti, da parte di una società che, seppur formalmente privata, è comunque affidataria di un servizio pubblico, pone specifici problemi di tutela degli interessi pubblici, di legalità e buona amministrazione, nella scelta del contraente. Ho quindi chiesto l'integrazione della proposta di parere con uno specifico riferimento all'opportunità che, per lo svolgimento di tali attività strumentali, Poste si debba rivolgere alle sole imprese iscritte negli elenchi compilati dalle Prefetture, ai sensi delle disposizioni anticorruzione. E' inoltre opportuna la predisposizione da parte di Poste italiane, anche in collaborazione con l'Autorità nazionale anticorruzione, di apposite linee guida volte a individuare i requisiti di cui devono essere in possesso le società affidatarie. Ritengo, infine necessario introdurre un obbligo, per la società Poste italiane, di motivare le ragioni della esternalizzazione delle attività legate al servizio pubblico, anche alla luce delle risorse umane e strumentali disponibili, fornendo al Governo una adeguata informazione.

Altre disposizioni che sollevano timori sono quelle che consentono la razionalizzazione del servizio, discostandosi tra l'altro nettamente dagli indirizzi approvati dal Parlamento con le mozioni dei mesi passati. Il comma 5 dell'art. 2 consente a Poste italiane di ridurre gli uffici postali e le strutture di recapito, sacrificando le esigenze dei territori. Il successivo comma 6 consente a Poste di effettuare la raccolta e il recapito a giorni alterni con riferimento a un quarto della popolazione nazionale, anziché a un ottavo. Il comma 7 prevede l'introduzione di misure di razionalizzazione del servizio e di rimodulazione della frequenza settimanale di raccolta e recapito sull'intero territorio nazionale. Il comma 8 prevede la facoltà per Poste italiane di ridefinire la propria articolazione di base del servizio secondo parametri più economici. Si tratta di disposizioni che consentono a Poste, sulla base di considerazioni relative esclusivamente alla riduzione degli oneri, di diminuire le prestazioni connesse al servizio universale e la propria presenza a livello territoriale. E' ovvio che il problema della sostenibilità economica del servizio va considerato. Tuttavia, il contratto di programma lascia a Poste l'intero potere decisionale, dal momento che il Ministero dello sviluppo economico può soltanto promuovere un tavolo di confronto con gli enti territoriali. Non vengono invece richiesti impegni a Poste a fronte della chiusura di uffici, di riduzioni orarie, ecc. Si potrebbero per esempio utilizzare strumenti tecnologici al fine di limitare i disagi derivanti dalla chiusura degli uffici postali, quali il «postino telematico», che l'amministratore delegato della società ha illustrato quando è stato sentito dalla Commissione in audizione. Proprio in tal senso, tra l'altro spingeva la mia mozione citata sopra.

La Commissione, anche alla luce dellae espresse aperture manifestate dal Sottosegretario Giacomelli, ha accolto, in sede di parere, sia il mio primo rilievo, prevedendo la seguente condizione (la n. 2):

"qualora Poste italiane intenda porre in atto misure di razionalizzazione, rimodulazione e riduzione del servizio (...) si individuino in modo puntuale gli interventi che, anche avvalendosi delle possibilità offerte dalle tecnologie informatiche, come è il caso del «postino telematico», Poste italiane è tenuta ad attuare per garantire in ogni caso livelli adeguati di servizio, prevedendo che tali interventi siano preventivamente oggetto di confronto con gli enti locali"

sia il secondo, con l'inclusione nel parere della seguente osservazione (lettera a):

"si valuti l'opportunità di introdurre criteri, limiti e parametri rispetto alla facoltà, attribuita in via generale alla società Poste italiane, di avvalersi di altre società per lo svolgimento di attività strumentali rispetto ai servizi oggetto di affidamento; nell'individuazione di tali criteri si tenga conto, in particolare, dell'esigenza di garantire la legalità degli affidamenti e la trasparenza delle procedure; si valuti altresì l'opportunità di inserire uno specifico riferimento alle agenzie di recapito ex concessionarie"

Mi auguro che il Governo tenga conto del parere della Commissione competente, modificando il contratto al fine di venire incontro alle problematiche segnalate.

A presto.

LinkedIn

Post più popolari

Etichette

interrogazioni (118) Trasporti (62) poste (55) Politica dei Trasporti (49) retrofit (30) Riflessioni (26) NCC (22) Codice della Strada (21) MIT (21) M5S (20) Autotrasporto (19) Taxi (17) Ferrovie (16) Rinnovabili.it (16) ALDE Press (15) TPL (15) concorrenza (15) Cargo Ferroviario (13) OpenDATA (13) sottoscrizioni (13) Agenda Digitale (10) UBER (9) Aeroporti (8) Albo degli autotrasportatori (8) carpooling (8) vaccinazioni (8) Documento unico del veicolo (7) Lavori di Commissione (7) Ministro Lupi (7) Proposte di Legge primo firmatario (7) autostrade (7) interpellanza (7) velocipedi (7) Cabotaggio (6) Internet (6) Mozioni (6) PRA (6) Porti (6) Risoluzioni (6) disabili (6) giustizia (6) infrastrutture (6) intergruppo innovazione (6) risciò (6) sharing economy (6) A.C. 2679 (5) AGCM (5) Affari esteri (5) ModemLibero (5) Motorizzazione Civile (5) SEA Handling (5) AGCOM (4) ANSV (4) ANV (4) Corridoio Genova Rotterdam (4) Costituzione (4) DecretoVax (4) ENAV (4) Interno (4) Lettere (4) MCTC (4) Mafia (4) Parlamento Europeo (4) Politica internazionale (4) Privativazione (4) Pubblica amministrazione (4) Tabagismo (4) commissione uranio (4) dispositivo unico (4) idrogeno (4) omicidio stradale (4) referendum (4) semafori (4) sigarette (4) A.C. 1836 (3) A.C. 2215 (3) A.C. 2584 (3) A.C. 2629 (3) AIFA (3) ALDE (3) Commissione IX (3) Digital Divide (3) Dukic (3) Israele (3) Legge Stabilità (3) Legge di Delegazione Europea (3) MISE (3) MIUR (3) Nuovo Primo Valico (3) Ordine del giorno (3) Palestina (3) Partito Liberale Italiano (3) RFI (3) RiformaCostituzionale (3) Svizzera (3) Tasse e fisco (3) Telefonia (3) Terzo Valico dei Giovi (3) UIRNet (3) UberPOP (3) banche (3) emendamenti (3) ergastolo della patente (3) home restaurant (3) regioni (3) scelta civica (3) sicurezza (3) terremoto (3) A.C. 2093 (2) A.C. 2381 (2) AGID (2) Approved (2) Audizione (2) AutoBlu (2) Busto Arsizio (2) Casaleggio (2) FAP (2) Italicum (2) Lobbying (2) MEF (2) Malpensa (2) Quarto Pacchetto Ferroviario (2) Reddito di Cittadinanza (2) Risoluzione 7/00152 (2) Unione Europea (2) collegato ambientale (2) creative commons (2) cyberbullismo (2) eolico (2) filtro antiparticolato (2) metano (2) news varie (2) otto per mille (2) scatola nera (2) trasparenza (2) variante di valico (2) (COM(2013)315) (1) (COM(2013)316) (1) A.C. 1214 (1) A.C. 1964 (1) A.C. 2012 (1) A.C. 2433 (1) A.C. 254-272 (1) A.C. 2568 (1) A.C. 68/110/1945-A (1) ALDE congresso 2016 (1) ART (1) Abruzzo (1) Anti-Abbandono (1) Bilancio della camera 2014 (1) BluMed (1) CNR (1) CRIF (1) Chiesa cattolica (1) Cina (1) Commissione Questioni Regionali (1) Corte Costituzionale (1) DL 47/2014 (1) DL 66/20014 (1) DL 91/2014 (1) DL Irpef (1) DL enti locali (1) Debito pubblico (1) Decreto capitali esteri (1) Difesa (1) Ecomondo 2016 (1) Emergenza Abitativa (1) FertilityDay (1) FlatTax (1) Fondi di garanzia (1) Fondo ammortamento titoli di stato (1) GILDA (1) Grecia (1) INVALSI (1) IRAP (1) IRPEF (1) IS (1) IVASS (1) IoVotoSì (1) Kurdistan (1) Lamrecor (1) Lazio (1) Legge Europea 2017 (1) Lombardia (1) Lost pay (1) ONU (1) Openpolis (1) ParlamentoCasaDiVetro (1) Piano Casa (1) RAI (1) RPC (1) Radicali (1) Rinnovabili (1) Roma (1) SEN2017 (1) SGI (1) Salute (1) Senato (1) Siria (1) TAV (1) TTIP (1) Tibet (1) Toscana (1) Trenord (1) Vecchio Sito (1) Via della seta (1) accam (1) amatrice (1) bagheria (1) buoni locali (1) carburanti (1) carcere (1) civici e innovatori (1) collegato agricolo (1) commissione europea (1) comunicato stampa (1) concorsi (1) conoe (1) convegni (1) costituente liberale (1) cultura digitale (1) dimissioni in bianco (1) diritti civili (1) droga (1) eCall (1) editoria (1) elezioni2016 (1) energia (1) formazione (1) gas (1) gig economy (1) interventi in aula (1) interviste (1) l'Aquila (1) labuonascuola (1) lavoro (1) legalizzazione (1) legittima difesa (1) liberalizzazione (1) medicina (1) mobility r-evolution (1) opencantieri (1) opencivitas (1) parere (1) parlamento pulito (1) pdl2792 (1) petrolio (1) polizia postale (1) prostituzione (1) riforma dei partiti (1) sanità (1) scuola (1) tassazione (1) whistleblower (1) yoga (1)

Etichette Vecchio Sito

interrogazioni poste Comunicati Stampa Risoluzioni Lavori di commissione Aeroporti Commissione IX C730 Interporti Retrofit A.C. 1865 Tpl Polizze Assicurative Codice della Strada Destinazione Italia Irisbus Open Data Parlamento Europeo Riflessioni A.C. 1920 Commissione XI Contratto di Programma 2013 Rfi Nokia Siemens Network AGCM Canone RFI Ferrovie Quarto Pacchetto Ferroviario SEA Handling A.C. 1682 Agenda Politica Aggiornamenti Albo degli autotrasportatori Audizioni C997 Commissione VI Decreto Del Fare Easyjet Fiumicino Fondo di Garanzia e Microcredito IVASS Lupi MIT Motorizzazione Civile Pra Privatizzazioni Ryanair Svizzera autorità dei trasporti autostrade enav tutor A.C. 1214 ANSV APER ATM Acqua Alitalia Amici animali Appello Appello PAC Approved Assotir Atto 75 Autorità portuali Banca del Mezzogiorno Chiliamcisegua Commissione TRAN al PE Consulenti Consultazioni Corridoio Genova Rotterdam Debito pubblico Diritti umani Elcon Enac Energie Rinnovabili Elettriche Enpa Eolo a 4 zampe Fondo ammortamento titoli di stato GPL Greenpeace Lac Lav Legalità Legge 104/92 Leidaa Libri Malpensa Noianimali OGM Oipa Piano Nazionale ITS Politica Trasporti Politica dei Trasporti Porti Proposte di Legge primo firmatario Rendicontazione Report S.o.s. Levrieri SISTRI Saluti Semplificazioni Sicurezza stradale Sondaggi Stabilità 2013 Tachigrafo Digitale Telefonia Trasporti Trenord UIRnet beppegrillo commissione X conisgli di leggere cyberbullismo eCall interventi in aula m5s missioni pippo baudo postel webtax