mercoledì 8 luglio 2015

Uno Standard di comunicazione comune per i dati del trasporto merci

Giovedì 2 luglio 2015, in Commissione IX (Trasporti), il Governo ha dato risposta alle interrogazioni 5-05322 De Lorenzis e alla mia 5-05365 che riguardavano funzionamento e gestione della piattaforma logistica nazionale (PLN).
Io ero presente mentre il collega De Lorenzis non ha partecipato alla seduta di commissione, rinunciando così alla possibilità di dare una risposta in replica, che sarebbe potuta essere interessante.

Dalla risposta del governo a entrambi gli atti ispettivi risulta che:

"UIRNet S.p.A. è soggetto attuatore unico per la realizzazione e la gestione della Piattaforma Logistica Nazionale ed è organismo di diritto pubblico. (...) Nel dicembre 2008, all'esito di una procedura di gara ad evidenza pubblica, UIRNet ha affidato al Raggruppamento Temporaneo di Imprese (RTI) costituito da Elsag Datamat (oggi Selex ES – mandataria), Autostrade per l'Italia (oggi AutostradeTech – mandante) e Telespazio (mandante) la progettazione e realizzazione di un sistema (Piattaforma) per la gestione della rete logistica nazionale (PLN), ivi compresa la Sala Situazioni, nonché l'esercizio e la manutenzione della PLN stessa. (...) Nel 2012, a seguito dell'approvazione dell''articolo 61-bis del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, UIRNet S.p.A., è divenuto il soggetto attuatore unico per la realizzazione e la gestione della Piattaforma Logistica Nazionale (PLN) e organismo di diritto pubblico ai sensi del decreto ministeriale 6 dicembre 2012, ha pubblicato, nel dicembre 2013, un bando di gara mediante procedura aperta «per l'affidamento in finanza di progetto di un contratto di concessione per l'estensione e la gestione della Piattaforma Logistica Nazionale».
Trattandosi di un oggetto complesso e articolato, l'appalto è stato strutturato in due macro fasi di realizzazione: sperimentazione e messa in esercizio, con una diversa tempistica per ciascuna fase. (...) Il collaudo funzionale della PLN è terminato nel luglio 2013 con esito positivo, mentre le operazioni di collaudo prestazionale si sono concluse a maggio 2015. Il dilatarsi dei tempi di tali operazioni è essenzialmente riconducibile alla necessità di approfondire i parametri prestazionali su cui effettuare il collaudo e, in particolare, sul numero di missioni contemporanee sostenibili. (...) La piattaforma, così come concepita, doveva reggere 250.000 veicoli in tracciamento, ciò ha reso necessario fissare parametri più puntuali nell'ottica della migliore efficienza del Sistema; la PLN oggi è in grado di tracciare 500.000 mezzi in contemporanea (a detta dell'amministratore della società ndr). (...) Tutte le operazioni di collaudo, sia di tipo funzionale che di tipo prestazionale, sono state e continuano ad essere svolte da un'unica commissione, costituita da due dirigenti del MIT e da un professore universitario ordinario. Nessun rapporto intercorre fra i membri della suddetta Commissione e UIRNet, al di fuori dell'ordinario rapporto controllore/controllato che si instaura in ogni contratto pubblico in cui viene nominata una commissione esterna, nel rispetto di specifiche regole che escludono qualsiasi profilo di incompatibilità."

Per quanto riguarda la questione della PNL, ho replicato che, a mio giudizio, UIRNet non ha realizzato la piattaforma logistica né sta svolgendo il servizio pubblico ad essa affidato, risultando del tutto inadempiente rispetto al proprio mandato. Ormai il mandato di UIRNet risulta del tutto superato dal mercato, avendo ciascun operatore costruito la propria piattaforma logistica durante i 10 anni di attesa. 

"Per quanto riguarda la sperimentazione dei corridoi doganali, su 5 veicoli sono installate in via sperimentale 2 unità di bordo (OBU), di cui una del Provider Transics e una di UIRNet. Su ulteriori 15 veicoli ci sarà solo una unità di bordo UIRNet. A regime, la strumentazione di bordo sarà una soltanto e avrà le caratteristiche necessarie a supportare sia i servizi base (gestioni flotta, assicurazioni) che quelli erogati da UIRNet."

Per quanto riguarda la questione dei corridoi doganali, vi rimando alla lettura della interpellanza della collega On. Oliaro. Ricordo che la missione di UIRNet non ha nulla a che vedere con questo sistema. Notare poi che il numero di veicoli su cui la sperimentazione sarebbe stata effettuata è risibile in confronto alla previsione di partenza. Tra l'altro lo stesso Governo ci comunica che i costi sostenuti per la sperimentazione ammontano a euro 1.333.911,00. L'unica sperimentazione (per quello che so) in essere riguarda l'interoperabilità con la piattaforma E-Port (PCS del porto di Genova) che tra l'altro funziona anche senza l'esistenza di UIRNet.
"La procedura per la scelta del Gestore è stata strutturata con un meccanismo bifasico di doppia gara: una prima gara per la selezione del soggetto Promotore deputato ad assumere l'incarico di sviluppo del Progetto dell'iniziativa da porre a base di una seconda gara informale ex articolo 30 del decreto legislativo n. 163/2006 (Codice dei contratti pubblici) finalizzata alla scelta del Gestore della PLN per un periodo di 20 anni. Sarà in ogni caso il MIT a stabilire con UIRNet regole e livello di accesso al database da parte del Gestore, che creerà apposita Società (Newco). Tali regole saranno sancite nella documentazione posta a base della gara per la scelta del Gestore così da escludere situazioni di conflitto di interesse di qualsiasi tipo."

Con questa informazione il Governo invece vorrebbe rassicurarci circa il possibile conflitto di interessi che si potrebbe generare con la selezione del Gestore. Attualmente tra i promotori vincitori dell'appalto troviamo la societa F.A.I. Service S.Coop, di cui Fabrizio PALENZONA è presidente. La F.A.I. Service è socia dell'associazione di rappresentanza di categoria F.A.I., per la quale offre servizi accessori ai soci, tra cui il tracciamento satellitare con i prodotti TrackySat e la gestione dei rimborsi relativi e pedaggi e accise. Sul sito della azienda produttore leggiamo che: "Trackysat fin dal 2010 è impegnata a promuovere le nuove frontiere dei servizi per la logistica e per l'ottimizzazione dei costi aziendali attraverso l'integrazione con i principali sistemi aziendali e l'interoperabilità con la Piattaforma Logistica Nazionale UIRNet S.p.A". Ora che una società che fornisce servizi (per una comunità di autotrasportatori  F.A.I.), il cui presidente è altresì presidente di Aiscat (Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori), vada a essere promotrice di un sistema che potrebbe metterla in una posizione di monopolio, a me personalmente non piace. Di questo il Governo non ha dato riscontro.
"Secondo quanto previsto nella documentazione di gara per la scelta del Promotore, il Gestore individuato al termine dell'intera procedura dovrà corrispondere a UIRNet un canone fisso annuo offerto che non potrà essere inferiore a euro 2.500.000. Al fine di contenere i guadagni del Gestore nell'ambito di un «margine di utile ragionevole» (cfr. Decisione Commissione europea 20 dicembre 2011, n. 2012/21/UE), nel caso in cui il Margine Operativo Lordo percentuale (misurato come rapporto tra Margine Operativo Lordo e Fatturato) dovesse superare il 25 per cento annuo, il Gestore dovrà riconoscere a UIRNet un canone aggiuntivo pari al 10 per cento del Margine Operativo Lordo percentuale in eccesso. Il Gestore sarà altresì tenuto a finanziare l'operazione con un apporto minimo di euro 20.000.000.  (...) Non è prevista la corresponsione di alcun prezzo al Gestore a titolo di contributo pubblico."

Ora io mi chiedo, dato che è a costo zero per l'amministrazione pubblica, che il Gestore dovrà corrispondere un canone annuo e un ulteriore corrispettivo in caso di guadagni, a chi sarà caricato il costo della sua gestione? la Risposta è semplice e ce lo dice successivamente:

"Considerato che la PLN è un'infrastruttura strategica di rilievo nazionale e che eroga anche servizi di natura pubblica, il MIT, per espressa previsione contenuta nella documentazione di gara, potrà emanare direttive in merito alle tariffe praticabili all'utenza, cui il Gestore sarà tenuto ad assoggettarsi."

Come temevo, questa infrastruttura sarà a carico degli autotrasportatori, che si rifaranno sul costo della merce. A loro volta, questi scaricheranno l'ulteriore balzello sul costo del trasporto. E' inaccettabile che l'autotrasportatore, dopo essere stato costretto a organizzarsi per proprio conto a causa dei ritardi di UIRNet, acquistando di tasca propria dispositivi di telematica satellitare, venga poi costretto ad avvalersi della PNL, che tra l'altro potrebbe essere fornita in conflitto di interesse da una società strettamente legata a una specifica associazione di categoria.

"In merito, infine, ai contributi concernenti il Programma di realizzazione e messa in esercizio della PLN, deposito agli atti per pronta consultazione una tabella riepilogativa che si riferisce alle norme e alle Convenzioni UIRNet/MIT classificate in base alla tipologia del contributo, riferimento normativo e finalità. (...) La dotazione totale risulta, in sintesi, essere composta come segue: contributo MIT: euro 41.228.569 (punti A+C+D della tabella); cofinanziamento: euro 8.295.000 (punto B della tabella)."

Ad oggi dunque sono stati stanziati ben 50 milioni di euro per non avere nulla, anzi per avere qualcosa che potrebbe sovrapporsi al mercato generando un conflitto di interesse e generare una situazione di monopolio, aumentando il prezzo del trasporto. Un ulteriore aumento dei prezzi andrà a sua volta a fomentare la concorrenza sleale. Alla committenza, infatti, non interessa UirNet, bensì l'incidenza dei costi di trasporto rispetto ai ricavi. A fronte di un ulteriore aumento dei costi, non dubito che ulteriori committenti saranno disposti a rivolgersi a fornitori di trasporto che si muovono al di fuori della legalità, magari praticando forme di cabottaggio illegale. Almeno per quanto riguarda la locazione dei dati che la PNL dovrebbe gestire abbiamo una piccola rassicurazione che saranno gestiti dal MIT con il suo centro elaboratore dati.
"Appena la migrazione della PLN sul cloud privato del MIT sarà completata, i dati saranno di esclusivo appannaggio del MIT stesso che definirà i livelli di accessibilità compatibili con il gestore. HP è già il gestore del CED del Dipartimento trasporti del MIT e del sistema dell'Albo degli autotrasportatori: quindi la collaborazione fra il CED, il CCISS e UIRNet è già in atto e sarà consolidata con il completamento della migrazione."

La mia richiesta di modificare lo scopo di UIRNet, trasformandola in ente deputato a definire e controllare standard tecnologici, significherebbe snaturare completamente gli obiettivi e la mission della Società, e quindi per il Governo è inaccettabile. Ormai quello di cui il mercato ha bisogno è:
UNO STANDARD DI COMUNICAZIONE DEI DATI SUL TRASPORTO, MAGARI REALIZZATO DA Agid (Agenzia per l'Italia Digitale), CHE PREVEDA UN SET MINIMO DI DATI, IN UN FORMATO APERTO (OpenDATA) CHE CONSENTIREBBE A TUTTE LE PIATTAFORME IN CIRCOLAZIONE DI PARLARE LA STESSA LINGUA, ESSERE DUNQUE INTER-OPERABILI E REALIZZARE COSI GLI OBBIETTIVI DI EFFICIENZA E RAZIONALIZZAZIONE DEI TRASPORTI.
Ivan Catalano

LinkedIn

Post più popolari

Etichette

interrogazioni (118) Trasporti (61) poste (54) Politica dei Trasporti (47) retrofit (28) Riflessioni (26) NCC (22) Codice della Strada (21) MIT (21) M5S (20) Autotrasporto (18) Taxi (17) Ferrovie (16) Rinnovabili.it (16) ALDE Press (15) TPL (15) concorrenza (15) Cargo Ferroviario (13) OpenDATA (13) sottoscrizioni (13) Agenda Digitale (10) UBER (9) Aeroporti (8) Albo degli autotrasportatori (8) carpooling (8) Documento unico del veicolo (7) Lavori di Commissione (7) Ministro Lupi (7) Proposte di Legge primo firmatario (7) autostrade (7) velocipedi (7) Cabotaggio (6) Internet (6) Mozioni (6) PRA (6) Porti (6) Risoluzioni (6) disabili (6) giustizia (6) infrastrutture (6) intergruppo innovazione (6) interpellanza (6) risciò (6) sharing economy (6) vaccinazioni (6) A.C. 2679 (5) AGCM (5) Affari esteri (5) ModemLibero (5) Motorizzazione Civile (5) SEA Handling (5) AGCOM (4) ANSV (4) ANV (4) Corridoio Genova Rotterdam (4) Costituzione (4) DecretoVax (4) ENAV (4) Interno (4) Lettere (4) MCTC (4) Mafia (4) Parlamento Europeo (4) Politica internazionale (4) Privativazione (4) Pubblica amministrazione (4) Tabagismo (4) dispositivo unico (4) idrogeno (4) omicidio stradale (4) referendum (4) semafori (4) sigarette (4) A.C. 1836 (3) A.C. 2215 (3) A.C. 2584 (3) A.C. 2629 (3) AIFA (3) ALDE (3) Commissione IX (3) Digital Divide (3) Dukic (3) Israele (3) Legge Stabilità (3) Legge di Delegazione Europea (3) MISE (3) MIUR (3) Nuovo Primo Valico (3) Ordine del giorno (3) Palestina (3) Partito Liberale Italiano (3) RFI (3) RiformaCostituzionale (3) Svizzera (3) Tasse e fisco (3) Telefonia (3) Terzo Valico dei Giovi (3) UIRNet (3) UberPOP (3) emendamenti (3) ergastolo della patente (3) home restaurant (3) regioni (3) scelta civica (3) sicurezza (3) terremoto (3) A.C. 2093 (2) A.C. 2381 (2) AGID (2) Approved (2) Audizione (2) AutoBlu (2) Busto Arsizio (2) Casaleggio (2) FAP (2) Italicum (2) Lobbying (2) Malpensa (2) Quarto Pacchetto Ferroviario (2) Reddito di Cittadinanza (2) Risoluzione 7/00152 (2) Unione Europea (2) banche (2) collegato ambientale (2) commissione uranio (2) creative commons (2) cyberbullismo (2) eolico (2) filtro antiparticolato (2) metano (2) news varie (2) otto per mille (2) scatola nera (2) trasparenza (2) variante di valico (2) (COM(2013)315) (1) (COM(2013)316) (1) A.C. 1214 (1) A.C. 1964 (1) A.C. 2012 (1) A.C. 2433 (1) A.C. 254-272 (1) A.C. 2568 (1) A.C. 68/110/1945-A (1) ALDE congresso 2016 (1) ART (1) Abruzzo (1) Anti-Abbandono (1) Bilancio della camera 2014 (1) BluMed (1) CNR (1) CRIF (1) Chiesa cattolica (1) Cina (1) Commissione Questioni Regionali (1) Corte Costituzionale (1) DL 47/2014 (1) DL 66/20014 (1) DL 91/2014 (1) DL Irpef (1) DL enti locali (1) Debito pubblico (1) Decreto capitali esteri (1) Difesa (1) Ecomondo 2016 (1) Emergenza Abitativa (1) FertilityDay (1) FlatTax (1) Fondo ammortamento titoli di stato (1) GILDA (1) Grecia (1) INVALSI (1) IRAP (1) IRPEF (1) IS (1) IVASS (1) IoVotoSì (1) Kurdistan (1) Lamrecor (1) Lazio (1) Legge Europea 2017 (1) Lombardia (1) Lost pay (1) MEF (1) ONU (1) Openpolis (1) ParlamentoCasaDiVetro (1) Piano Casa (1) RAI (1) RPC (1) Radicali (1) Rinnovabili (1) Roma (1) SGI (1) Salute (1) Senato (1) Siria (1) TAV (1) TTIP (1) Tibet (1) Toscana (1) Trenord (1) Vecchio Sito (1) Via della seta (1) accam (1) amatrice (1) bagheria (1) buoni locali (1) carburanti (1) carcere (1) civici e innovatori (1) collegato agricolo (1) commissione europea (1) comunicato stampa (1) concorsi (1) conoe (1) costituente liberale (1) cultura digitale (1) dimissioni in bianco (1) diritti civili (1) droga (1) eCall (1) editoria (1) elezioni2016 (1) energia (1) formazione (1) gas (1) gig economy (1) interventi in aula (1) interviste (1) l'Aquila (1) labuonascuola (1) lavoro (1) legalizzazione (1) legittima difesa (1) liberalizzazione (1) medicina (1) mobility r-evolution (1) opencantieri (1) opencivitas (1) parere (1) parlamento pulito (1) pdl2792 (1) petrolio (1) polizia postale (1) prostituzione (1) riforma dei partiti (1) sanità (1) scuola (1) tassazione (1) whistleblower (1) yoga (1)

Etichette Vecchio Sito

interrogazioni poste Comunicati Stampa Risoluzioni Lavori di commissione Aeroporti Commissione IX C730 Interporti Retrofit A.C. 1865 Tpl Polizze Assicurative Codice della Strada Destinazione Italia Irisbus Open Data Parlamento Europeo Riflessioni A.C. 1920 Commissione XI Contratto di Programma 2013 Rfi Nokia Siemens Network AGCM Canone RFI Ferrovie Quarto Pacchetto Ferroviario SEA Handling A.C. 1682 Agenda Politica Aggiornamenti Albo degli autotrasportatori Audizioni C997 Commissione VI Decreto Del Fare Easyjet Fiumicino Fondo di Garanzia e Microcredito IVASS Lupi MIT Motorizzazione Civile Pra Privatizzazioni Ryanair Svizzera autorità dei trasporti autostrade enav tutor A.C. 1214 ANSV APER ATM Acqua Alitalia Amici animali Appello Appello PAC Approved Assotir Atto 75 Autorità portuali Banca del Mezzogiorno Chiliamcisegua Commissione TRAN al PE Consulenti Consultazioni Corridoio Genova Rotterdam Debito pubblico Diritti umani Elcon Enac Energie Rinnovabili Elettriche Enpa Eolo a 4 zampe Fondo ammortamento titoli di stato GPL Greenpeace Lac Lav Legalità Legge 104/92 Leidaa Libri Malpensa Noianimali OGM Oipa Piano Nazionale ITS Politica Trasporti Politica dei Trasporti Porti Proposte di Legge primo firmatario Rendicontazione Report S.o.s. Levrieri SISTRI Saluti Semplificazioni Sicurezza stradale Sondaggi Stabilità 2013 Tachigrafo Digitale Telefonia Trasporti Trenord UIRnet beppegrillo commissione X conisgli di leggere cyberbullismo eCall interventi in aula m5s missioni pippo baudo postel webtax