venerdì 9 maggio 2014

PDL Oliaro: Cresci Cargo

Buongiorno a tutti,

Ieri è proseguito l'iter di discussione in commissione della proposta di legge n° 1964, a prima firma On. Oliaro.

Ho fatto un intervento in cui ho detto quanto segue:

"ritiengo opportuno che il dibattito su tale proposta sia svolto nell'ambito di una riflessione più generale sul trasporto delle merci in Italia, che abbia come punto di partenza le disposizioni approvate dalla Commissione in ordine alla disciplina degli interporti e che tenga conto della necessità di ammodernare le infrastrutture ferroviarie e di realizzare interventi tecnologici sulle stesse che, con risorse limitate, possano far conseguire cospicui vantaggi in termini di incremento di traffico ferroviario. Nel merito della proposta di legge in esame, nel sottolineare che essa si prefigge l'obbiettivo di contrastare la crisi che, da alcuni anni, affligge il trasporto merci su rotaia, ritiene tale iniziativa doverosa, in quanto molti dei costi che discendono dal trasporto merci su gomma non sono sopportati dai soggetti che decidono di avvalersi di tale modalità di trasporto, ma dall'intera collettività. Osserva che tali esternalità negative impediscono al mercato di autoregolarsi e rendono necessario un intervento deciso dello Stato. Pur condividendo la relazione della collega, in particolar modo laddove individua i contorni del problema, attraverso una attenta analisi dei dati disponibili, evidenzio, tuttavia, dei limiti nel testo posto all'esame della Commissione, che mi prefiggo di superare attraverso la presentazione di appositi emendamenti. In particolare, evidenzio che la proposta di legge si connota come fortemente settoriale e pare mancare, sotto alcuni profili, di una visione di più ampio respiro. In primo luogo evidenzio la necessità che il testo in esame sia in linea con la strategia nazionale di open governament e open data, venendo incontro a diffuse esigenze di disponibilità e accessibilità dei dati relativi alla rete e al servizio ferroviario, sempre più sentite da parte degli operatori economici e dei pubblici amministratori più attenti alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie. In tal senso preannuncia la presentazione di un emendamento all'articolo 1, che ponga espressamente fra gli obiettivi quello di garantire l'apertura dei dati relativi alla rete infrastrutturale italiana. Giudica inoltre opportuno, anche per ragioni di coerenza normativa, che la banca dati prevista dall'articolo 4, comma 1, venga realizzata e gestita secondo le disposizioni del Codice dell'amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e successive modifiche e integrazioni. Giudica sufficiente, a tal fine, l'inserimento di un apposito richiamo normativo alla fine del comma stesso. Infine, all'articolo 8, comma 2, ritiene opportuno prevedere anche la digitalizzazione dei dati dei carri ferroviari. Rileva che, come per altre categorie di dati, la registrazione elettronica e la raccolta in un'unica banca dati, a fronte di un investimento iniziale contenuto, rendono velocemente e facilmente reperibili i dati stessi in caso di necessità, senza gli ingenti costi in termini di spazio fisico, di personale e di spese di conservazione determinati dagli archivi cartacei.
  Preannuncio, inoltre, la presentazione di emendamenti mirati, invece, ad adeguare l'impianto del provvedimento in esame alle indicazioni provenienti dall'Unione europea e ai condivisibili orientamenti adottati dall'Allegato Trasporti al DEF 2014, in materia di attività di programmazione delle opere infrastrutturali. In particolare, giudica rilevante il principio di razionalizzazione dell'offerta infrastrutturale, nonché la maturata consapevolezza che la valutazione costi-benefici di un'opera deve essere compiuta attraverso un'analisi congiunta di tutti gli interventi interconnessi, e quindi su una scala di riferimento più ampia che quella dell'opera singolarmente presa.
  Per tale ragione, al fine di favorire la non frammentarietà degli interventi relativi alle infrastrutture ferroviarie, e al fine di prevenire una duplicazione del momento ricognitivo, ritiene opportuno che l'inventario previsto dall'articolo 4, comma 1 riguardi non solo gli impianti terminali e i raccordi, ma l'intera rete infrastrutturale ferroviaria destinata al trasporto di merci e che l'attività pianificatoria prevista dal comma 2 del medesimo articolo, oltre a individuare i nodi da costruire ex novo o riattivare, possa contenere anche proposte di ammodernamento della rete esistente. Ritiene che il comma 2 dell'articolo 4 debba essere emendato anche nella sua parte finale, in modo tale che il nuovo Piano da esso previsto, venga inserito come capitolo nel «Piano generale dei trasporti» e affinché si tenga conto degli investimenti all'infrastruttura ferroviaria derivanti dal Piano per quanto riguarda i finanziamenti europei alle reti Ten-T. Sempre al fine di dare una visione di più ampio respiro – in questo caso temporale – al provvedimento in esame, ritiengo opportuna una modifica dell'articolo 9, comma 3, accordando al Governo la possibilità di prevedere misure di incentivazione, analoghe a quelle di cui all'articolo 3, anche per i trienni successivi a quello 2016-2019. Infine preannuncio la presentazione di un emendamento all'articolo 9, comma 2, volto ad evitare controversie in sede europea, che identifichi negli utenti, piuttosto che nelle imprese, i destinatari. Osservo che, a livello economico, la ricaduta finale della misura è equivalente, ma il diverso destinatario della stessa rende necessario l'abbandono del criterio percentuale, relativo all'entità del traffico merci su rotaia per l'anno in corso rispetto all'anno precedente.
  Rilevo infine che la maggiore criticità del testo in esame riguarda il Comitato permanente per il trasporto ferroviario, istituito in base all'articolo 2 e che dovrebbe rappresentare le varie voci, istituzionali e imprenditoriali, del trasporto ferroviario. Ritiengo la creazione di tale Comitato del tutto contraddittoria rispetto alla necessità, condivisa da tutto il sistema-Paese, di ridurre la spesa e semplificare le procedure amministrative. A mio giudizio le funzioni demandate al Comitato, che sono meramente consultive e propositive, possono e devono essere svolte, rispettivamente, dall'Autorità di regolamentazione dei trasporti o dallo stesso Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che già dispongono, al loro interno, delle professionalità necessarie. Osservo che l'azione del Comitato si risolverebbe, altrimenti, nell'ennesima duplicazione del momento valutativo, nonché in una frammentazione e aggravamento delle procedure. Sottolineo che il Comitato di cui all'articolo 2 della proposta di legge appare nel migliore dei casi inutile, nel peggiore dannoso. Insisto, quindi, per l'integrale soppressione delle relative disposizioni istitutive, e, ove necessario, per il trasferimento delle relative funzioni all'Autorità di regolamentazione dei trasporti o al Ministero competente.
  Infine, preannuncio la presentazione di due emendamenti all'articolo 12, di natura rispettivamente terminologica e finanziaria."

Ivan Catalano

LinkedIn

Post più popolari

Etichette

interrogazioni (118) Trasporti (61) poste (54) Politica dei Trasporti (47) retrofit (28) Riflessioni (26) NCC (22) Codice della Strada (21) MIT (21) M5S (20) Autotrasporto (18) Taxi (17) Ferrovie (16) Rinnovabili.it (16) ALDE Press (15) TPL (15) concorrenza (15) Cargo Ferroviario (13) OpenDATA (13) sottoscrizioni (13) Agenda Digitale (10) UBER (9) Aeroporti (8) Albo degli autotrasportatori (8) carpooling (8) Documento unico del veicolo (7) Lavori di Commissione (7) Ministro Lupi (7) Proposte di Legge primo firmatario (7) autostrade (7) velocipedi (7) Cabotaggio (6) Internet (6) Mozioni (6) PRA (6) Porti (6) Risoluzioni (6) disabili (6) giustizia (6) infrastrutture (6) intergruppo innovazione (6) interpellanza (6) risciò (6) sharing economy (6) vaccinazioni (6) A.C. 2679 (5) AGCM (5) Affari esteri (5) ModemLibero (5) Motorizzazione Civile (5) SEA Handling (5) AGCOM (4) ANSV (4) ANV (4) Corridoio Genova Rotterdam (4) Costituzione (4) DecretoVax (4) ENAV (4) Interno (4) Lettere (4) MCTC (4) Mafia (4) Parlamento Europeo (4) Politica internazionale (4) Privativazione (4) Pubblica amministrazione (4) Tabagismo (4) dispositivo unico (4) idrogeno (4) omicidio stradale (4) referendum (4) semafori (4) sigarette (4) A.C. 1836 (3) A.C. 2215 (3) A.C. 2584 (3) A.C. 2629 (3) AIFA (3) ALDE (3) Commissione IX (3) Digital Divide (3) Dukic (3) Israele (3) Legge Stabilità (3) Legge di Delegazione Europea (3) MISE (3) MIUR (3) Nuovo Primo Valico (3) Ordine del giorno (3) Palestina (3) Partito Liberale Italiano (3) RFI (3) RiformaCostituzionale (3) Svizzera (3) Tasse e fisco (3) Telefonia (3) Terzo Valico dei Giovi (3) UIRNet (3) UberPOP (3) emendamenti (3) ergastolo della patente (3) home restaurant (3) regioni (3) scelta civica (3) sicurezza (3) terremoto (3) A.C. 2093 (2) A.C. 2381 (2) AGID (2) Approved (2) Audizione (2) AutoBlu (2) Busto Arsizio (2) Casaleggio (2) FAP (2) Italicum (2) Lobbying (2) Malpensa (2) Quarto Pacchetto Ferroviario (2) Reddito di Cittadinanza (2) Risoluzione 7/00152 (2) Unione Europea (2) banche (2) collegato ambientale (2) commissione uranio (2) creative commons (2) cyberbullismo (2) eolico (2) filtro antiparticolato (2) metano (2) news varie (2) otto per mille (2) scatola nera (2) trasparenza (2) variante di valico (2) (COM(2013)315) (1) (COM(2013)316) (1) A.C. 1214 (1) A.C. 1964 (1) A.C. 2012 (1) A.C. 2433 (1) A.C. 254-272 (1) A.C. 2568 (1) A.C. 68/110/1945-A (1) ALDE congresso 2016 (1) ART (1) Abruzzo (1) Anti-Abbandono (1) Bilancio della camera 2014 (1) BluMed (1) CNR (1) CRIF (1) Chiesa cattolica (1) Cina (1) Commissione Questioni Regionali (1) Corte Costituzionale (1) DL 47/2014 (1) DL 66/20014 (1) DL 91/2014 (1) DL Irpef (1) DL enti locali (1) Debito pubblico (1) Decreto capitali esteri (1) Difesa (1) Ecomondo 2016 (1) Emergenza Abitativa (1) FertilityDay (1) FlatTax (1) Fondo ammortamento titoli di stato (1) GILDA (1) Grecia (1) INVALSI (1) IRAP (1) IRPEF (1) IS (1) IVASS (1) IoVotoSì (1) Kurdistan (1) Lamrecor (1) Lazio (1) Legge Europea 2017 (1) Lombardia (1) Lost pay (1) MEF (1) ONU (1) Openpolis (1) ParlamentoCasaDiVetro (1) Piano Casa (1) RAI (1) RPC (1) Radicali (1) Rinnovabili (1) Roma (1) SGI (1) Salute (1) Senato (1) Siria (1) TAV (1) TTIP (1) Tibet (1) Toscana (1) Trenord (1) Vecchio Sito (1) Via della seta (1) accam (1) amatrice (1) bagheria (1) buoni locali (1) carburanti (1) carcere (1) civici e innovatori (1) collegato agricolo (1) commissione europea (1) comunicato stampa (1) concorsi (1) conoe (1) costituente liberale (1) cultura digitale (1) dimissioni in bianco (1) diritti civili (1) droga (1) eCall (1) editoria (1) elezioni2016 (1) energia (1) formazione (1) gas (1) gig economy (1) interventi in aula (1) interviste (1) l'Aquila (1) labuonascuola (1) lavoro (1) legalizzazione (1) legittima difesa (1) liberalizzazione (1) medicina (1) mobility r-evolution (1) opencantieri (1) opencivitas (1) parere (1) parlamento pulito (1) pdl2792 (1) petrolio (1) polizia postale (1) prostituzione (1) riforma dei partiti (1) sanità (1) scuola (1) tassazione (1) whistleblower (1) yoga (1)

Etichette Vecchio Sito

interrogazioni poste Comunicati Stampa Risoluzioni Lavori di commissione Aeroporti Commissione IX C730 Interporti Retrofit A.C. 1865 Tpl Polizze Assicurative Codice della Strada Destinazione Italia Irisbus Open Data Parlamento Europeo Riflessioni A.C. 1920 Commissione XI Contratto di Programma 2013 Rfi Nokia Siemens Network AGCM Canone RFI Ferrovie Quarto Pacchetto Ferroviario SEA Handling A.C. 1682 Agenda Politica Aggiornamenti Albo degli autotrasportatori Audizioni C997 Commissione VI Decreto Del Fare Easyjet Fiumicino Fondo di Garanzia e Microcredito IVASS Lupi MIT Motorizzazione Civile Pra Privatizzazioni Ryanair Svizzera autorità dei trasporti autostrade enav tutor A.C. 1214 ANSV APER ATM Acqua Alitalia Amici animali Appello Appello PAC Approved Assotir Atto 75 Autorità portuali Banca del Mezzogiorno Chiliamcisegua Commissione TRAN al PE Consulenti Consultazioni Corridoio Genova Rotterdam Debito pubblico Diritti umani Elcon Enac Energie Rinnovabili Elettriche Enpa Eolo a 4 zampe Fondo ammortamento titoli di stato GPL Greenpeace Lac Lav Legalità Legge 104/92 Leidaa Libri Malpensa Noianimali OGM Oipa Piano Nazionale ITS Politica Trasporti Politica dei Trasporti Porti Proposte di Legge primo firmatario Rendicontazione Report S.o.s. Levrieri SISTRI Saluti Semplificazioni Sicurezza stradale Sondaggi Stabilità 2013 Tachigrafo Digitale Telefonia Trasporti Trenord UIRnet beppegrillo commissione X conisgli di leggere cyberbullismo eCall interventi in aula m5s missioni pippo baudo postel webtax