lunedì 16 maggio 2016

Circolare della Polizia Stradale su Uber Pop, tra menzogne e giochi elettorali.

Buongiorno a tutti.

Qualche giorno fa, molti taxi milanesi hanno incrociato le braccia, dando vita a uno sciopero selvaggio che ha causato numerosi disagi a milanesi e turisti. Era stata infatti diffusa la notizia, falsa, che il Ministero dell'Interno avesse dato istruzioni alle Prefetture di non sanzionare più gli autisti Uberpop.

Uberpop, di cui ci siamo occupati fin dagli esordi, è un servizio di intermediazione - accessibile tramite l'app Uber - tra la domanda e l'offerta di trasporti di persone tra privati.Come statuito da un ordinanza del Tribunale di Milano della primavera 2015, in Italia non è consentito operare un simile genere di servizio, in quanto la materia del c.d. trasporto pubblico non di linea è coperta da norme pubblicistiche. Fuori dal campo del trasporto di cortesia e del carpooling, gli unici soggetti legittimati a fornire servizi di trasporto di persone con autovetture sono i taxi e gli ncc.

Accertata l'abusività intrinseca del servizio Uberpop (e solo di quello), forze di polizia e magistratura hanno dovuto scontrarsi con un dilemma interpretativo, ossia se ci si trovi in presenza di una prestazione abusiva di servizio ncc (con violazione dell'art. 85 del Codice della Strada) o di prestazione abusiva di servizio taxi  (con violazione dell'art. 86 del C.d.S.). La questione non è marginale, in quanto dall'erronea qualificazione discende l'illegittimità, e quindi l'annullamento della sanzione, come già avvenuto nella prassi.

Da qui scaturisce la richiesta, inoltrata dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno al Consiglio di Stato, di un parere in materia. La sezione prima, con sentenza 25 novembre 2015, ha esaminato la questione e ha ritenuto che, allo stato, non sia possibile individuare quale delle due norme sia applicabile, in ragione delle differenze che distinguono Uberpop sia dal taxi, sia dall'ncc, e dal suo atteggiarsi come un tertium genus. Preso atto di tale problematica, il Consiglio di Stato si è quindi rivolto direttamente al legislatore, osservando che "la disciplina quadro del servizio pubblico di trasporto non di linea, di fronte alle nuove caratteristiche di mobilità che si sono affermate, mostra i segni del tempo e dello sviluppo dell’innovazione tecnologica, per cui si pone il problema di verificare se, ora come allora, le nuove tipologie di trasporto di persone non di linea, siano ammesse o vietate e, nella prima ipotesi, se siano ad esse applicabili i principi della legge quadro – con le relative sanzioni – oppure se esse siano espressione della libertà contrattuale delle parti. Tale incertezza perdurerà sino a quando il legislatore non interverrà con una disciplina che sia realmente in grado di ricomprendere sotto la propria vigenza tutta la possibile gamma di servizi di trasporto, siano essi da qualificare come pubblici o privati, in relazione alle proprie concrete modalità di svolgimento". Così il massimo organo ausiliario del Governo, nonché organo di vertice della Giustizia amministrativa,  ha dato un'ulteriore, autorevole conferma dell'obsolescenza della Legge n. 21 del 1992.

A questo punto, il Dipartimento di Pubblica Sicurezza, con circolare dell'11 maggio scorso, proprio per le ragioni esposte sopra, ha invitato i dirigenti di Polizia Stradale a non contestare più la violazione degli articoli 85 e 86 del C.d.S., ferma restando la contestazione della violazione di cui all'art. 82 C.d.S., che punisce con una sanzione pecuniaria e con la sospensione della carta di circolazione chiunque destini un veicolo per un uso diverso da quello di immatricolazione.

Nessuna legalizzazione di Uberpop quindi, ma solo la definizione delle violazioni da contestare o meno, anche al fine di prevenire infiniti rivoli giurisprudenziali. Mi sia consentito di dubitare della buona fede di chi ha artatamente gonfiato e alterato la realtà, diffondendo una notizia falsa e organizzando la conseguente agitazione dei taxi. Si avvicinano le amministrative, e forse qualcuno sentiva il bisogno di mostrare i muscoli e ricordare quanto può essere decisivo il proprio blocco di voti. E' singolare, tra l'altro, che una manifestazione fatta per invocare - impropriamente, ma questo è un altro discorso - la legalità venga posta in essere in grave e flagrante violazione delle norme che regolamentano i fermi nei servizi pubblici. Per cui mi auguro, quantomeno, che l'Autorità Garante provveda a un celere accertamento delle responsabilità e punisca gli organizzatori dell'illecito.

A presto,

Ivan Catalano

PS: questa circolare, dopo quella redatta dal MIT, è la seconda dopo l'approvazione del mio Ordine del Giorno.

LinkedIn

Post più popolari

Etichette

interrogazioni (117) Trasporti (60) poste (54) Politica dei Trasporti (47) Riflessioni (26) retrofit (25) NCC (21) M5S (20) MIT (20) Codice della Strada (18) Autotrasporto (17) Taxi (17) Ferrovie (16) Rinnovabili.it (16) ALDE Press (15) TPL (15) concorrenza (14) Cargo Ferroviario (13) OpenDATA (13) sottoscrizioni (13) Agenda Digitale (10) UBER (9) Aeroporti (8) Albo degli autotrasportatori (8) carpooling (8) Documento unico del veicolo (7) Lavori di Commissione (7) Ministro Lupi (7) Proposte di Legge primo firmatario (7) autostrade (7) Cabotaggio (6) Mozioni (6) PRA (6) Porti (6) Risoluzioni (6) disabili (6) giustizia (6) infrastrutture (6) intergruppo innovazione (6) interpellanza (6) sharing economy (6) A.C. 2679 (5) AGCM (5) Affari esteri (5) Internet (5) Motorizzazione Civile (5) SEA Handling (5) ANSV (4) ANV (4) Corridoio Genova Rotterdam (4) Costituzione (4) ENAV (4) Interno (4) Lettere (4) MCTC (4) Mafia (4) ModemLibero (4) Parlamento Europeo (4) Politica internazionale (4) Privativazione (4) Pubblica amministrazione (4) Tabagismo (4) dispositivo unico (4) idrogeno (4) omicidio stradale (4) referendum (4) sigarette (4) A.C. 1836 (3) A.C. 2215 (3) A.C. 2584 (3) A.C. 2629 (3) AGCOM (3) AIFA (3) ALDE (3) Commissione IX (3) Digital Divide (3) Dukic (3) Israele (3) Legge Stabilità (3) Legge di Delegazione Europea (3) MISE (3) MIUR (3) Nuovo Primo Valico (3) Ordine del giorno (3) Palestina (3) Partito Liberale Italiano (3) RFI (3) RiformaCostituzionale (3) Svizzera (3) Tasse e fisco (3) Terzo Valico dei Giovi (3) UIRNet (3) UberPOP (3) emendamenti (3) ergastolo della patente (3) home restaurant (3) regioni (3) scelta civica (3) semafori (3) sicurezza (3) terremoto (3) vaccinazioni (3) velocipedi (3) A.C. 2093 (2) A.C. 2381 (2) AGID (2) Approved (2) Audizione (2) AutoBlu (2) Busto Arsizio (2) Casaleggio (2) FAP (2) Italicum (2) Lobbying (2) Malpensa (2) Quarto Pacchetto Ferroviario (2) Reddito di Cittadinanza (2) Risoluzione 7/00152 (2) Telefonia (2) Unione Europea (2) banche (2) collegato ambientale (2) commissione uranio (2) creative commons (2) cyberbullismo (2) eolico (2) filtro antiparticolato (2) metano (2) news varie (2) otto per mille (2) scatola nera (2) variante di valico (2) (COM(2013)315) (1) (COM(2013)316) (1) A.C. 1214 (1) A.C. 1964 (1) A.C. 2012 (1) A.C. 2433 (1) A.C. 254-272 (1) A.C. 2568 (1) A.C. 68/110/1945-A (1) ALDE congresso 2016 (1) ART (1) Abruzzo (1) Anti-Abbandono (1) Bilancio della camera 2014 (1) BluMed (1) CNR (1) CRIF (1) Chiesa cattolica (1) Cina (1) Commissione Questioni Regionali (1) Corte Costituzionale (1) DL 47/2014 (1) DL 66/20014 (1) DL 91/2014 (1) DL Irpef (1) DL enti locali (1) Debito pubblico (1) Decreto capitali esteri (1) DecretoVax (1) Difesa (1) Ecomondo 2016 (1) Emergenza Abitativa (1) FertilityDay (1) FlatTax (1) Fondo ammortamento titoli di stato (1) GILDA (1) Grecia (1) INVALSI (1) IRAP (1) IRPEF (1) IS (1) IVASS (1) IoVotoSì (1) Kurdistan (1) Lamrecor (1) Lazio (1) Legge Europea 2017 (1) Lombardia (1) Lost pay (1) MEF (1) ONU (1) Openpolis (1) ParlamentoCasaDiVetro (1) Piano Casa (1) RAI (1) RPC (1) Radicali (1) Rinnovabili (1) Roma (1) SGI (1) Salute (1) Senato (1) Siria (1) TAV (1) TTIP (1) Tibet (1) Toscana (1) Trenord (1) Vecchio Sito (1) Via della seta (1) accam (1) amatrice (1) bagheria (1) buoni locali (1) carburanti (1) carcere (1) civici e innovatori (1) collegato agricolo (1) commissione europea (1) comunicato stampa (1) concorsi (1) conoe (1) costituente liberale (1) cultura digitale (1) dimissioni in bianco (1) diritti civili (1) droga (1) eCall (1) editoria (1) elezioni2016 (1) energia (1) gas (1) gig economy (1) interventi in aula (1) interviste (1) l'Aquila (1) labuonascuola (1) legalizzazione (1) legittima difesa (1) liberalizzazione (1) medicina (1) mobility r-evolution (1) opencantieri (1) opencivitas (1) parere (1) parlamento pulito (1) pdl2792 (1) petrolio (1) polizia postale (1) prostituzione (1) riforma dei partiti (1) sanità (1) scuola (1) tassazione (1) trasparenza (1) whistleblower (1) yoga (1)

Etichette Vecchio Sito

interrogazioni poste Comunicati Stampa Risoluzioni Lavori di commissione Aeroporti Commissione IX C730 Interporti Retrofit A.C. 1865 Tpl Polizze Assicurative Codice della Strada Destinazione Italia Irisbus Open Data Parlamento Europeo Riflessioni A.C. 1920 Commissione XI Contratto di Programma 2013 Rfi Nokia Siemens Network AGCM Canone RFI Ferrovie Quarto Pacchetto Ferroviario SEA Handling A.C. 1682 Agenda Politica Aggiornamenti Albo degli autotrasportatori Audizioni C997 Commissione VI Decreto Del Fare Easyjet Fiumicino Fondo di Garanzia e Microcredito IVASS Lupi MIT Motorizzazione Civile Pra Privatizzazioni Ryanair Svizzera autorità dei trasporti autostrade enav tutor A.C. 1214 ANSV APER ATM Acqua Alitalia Amici animali Appello Appello PAC Approved Assotir Atto 75 Autorità portuali Banca del Mezzogiorno Chiliamcisegua Commissione TRAN al PE Consulenti Consultazioni Corridoio Genova Rotterdam Debito pubblico Diritti umani Elcon Enac Energie Rinnovabili Elettriche Enpa Eolo a 4 zampe Fondo ammortamento titoli di stato GPL Greenpeace Lac Lav Legalità Legge 104/92 Leidaa Libri Malpensa Noianimali OGM Oipa Piano Nazionale ITS Politica Trasporti Politica dei Trasporti Porti Proposte di Legge primo firmatario Rendicontazione Report S.o.s. Levrieri SISTRI Saluti Semplificazioni Sicurezza stradale Sondaggi Stabilità 2013 Tachigrafo Digitale Telefonia Trasporti Trenord UIRnet beppegrillo commissione X conisgli di leggere cyberbullismo eCall interventi in aula m5s missioni pippo baudo postel webtax